LAVORATORI


DOMANDE

  1. La contribuzione che si versa all’Enpals è un’imposta?
  2. Se non è un’imposta cos’è?
  3. Perché è necessario versare la contribuzione al proprio fondo pensionistico?
  4. Perchè devo versare all’Enpals? (1)
  5. Perchè devo versare all’Enpals? (2)
  6. Se già verso ad un altro Ente previdenziale perché devo versare anche all’Enpals?
  7. Come devo fare per essere in regola?
  8. Presto la mia attività lavorativa presso due datori di lavoro. Chi è tenuto a pagare i contributi previdenziali?
  9. E' obbligatorio versare i contributi previdenziali?
  10. Sono uno sportivo professionista appartenente al settore del golf. Devo essere iscritto all’Enpals?
  11. Le categorie dei lavoratori dello spettacolo che devono essere iscritti all’Enpals sono quelle elencate nell’articolo 3 del D.Lgs.C.P.S. 708/1947?
  12. Il certificato di agibilità a titolo gratuito può essere richiesto presso gli Uffici SIAE?
  13. Un gruppo di musicisti deve esibirsi in un locale pubblico in occasione di un matrimonio. Deve essere richiesto il certificato di agibilità?
  14. Se un lavoratore autonomo che esercita attività musicale realizza uno spettacolo con altri lavoratori autonomi appartenenti alla stessa categoria chi deve richiedere il certificato di agibilità?
  15. Il singolo musicista può direttamente richiedere il certificato di agibilità e versare i contributi?
  16. Quali sono i minimali e i massimali retributivi?
  17. A chi viene rilasciato il PIN?
  18. Come comportarsi in caso di smarrimento del PIN?
  19. Come deve essere attivato il PIN?
  20. Come posso richiedere il pin?
  21. Quali sono le modalità di immatricolazione per il lavoratore autonomo esercente attività musicale?
  22. A quanto ammonta l'aliquota contributiva?
  23. Come ci si deve comportare in caso di smarrimento del libretto di lavoro Enpals?
  24. E' obbligatorio possedere il libretto personale di iscrizione all'Enpals (libretto di lavoro)?
  25. Quali categorie di lavoratori sono tenute ad immatricolarsi all'ENPALS? (Codifica – Tipologia)

RISPOSTE


La contribuzione che si versa all’Enpals è un’imposta?

Le imposte sono una delle voci di entrata del bilancio pubblico. Sono contributi obbligatori prelevati dalle attività economiche e dal lavoro per assicurare un’entrata economica al bilancio dello Stato e una copertura finanziaria dei servizi pubblici. Le imposte non sono connesse a una specifica prestazione da parte dello Stato o degli enti pubblici.

TOP

Se non è un’imposta cos’è?

Si tratta di un contributo previdenziale e quindi di versamenti effettuati per ottenere in seguito una prestazione pensionistica. Sono direttamente collegati, quindi, ad una prestazione a favore del contribuente. Inoltre, sono trattati come oneri deducibili che possono essere sottratti al reddito complessivo rilevante ai fini Irpef prima del calcolo dell’imposta.

TOP

Perché è necessario versare la contribuzione al proprio fondo pensionistico?

Il versamento della contribuzione è indispensabile per poter fruire in seguito di una prestazione pensionistica connessa al verificarsi di determinati eventi: invalidità, inabilità, vecchiaia, anzianità e morte. Fondamentalmente si tratta di una assicurazione sociale diretta a salvaguardare l’assicurato di fronte al verificarsi di rischi che possono ridurre (ad esempio, invalidità) o sopprimere (ad esempio inabilità o vecchiaia) la capacità lavorativa.

TOP

Perchè devo versare all’Enpals? (1)

L’Enpals gestisce l’assicurazione per l’invalidità, la vecchiaia ed i superstiti in favore dei lavoratori dello spettacolo (D.Lgs. C.P.S. 16 luglio 1947, n. 708) e degli sportivi professionisti (L. 14 giugno 1973, n. 366 e L. 23 marzo 1981, n. 91). I lavoratori dello spettacolo sono iscritti all’ente in ragione di un’elencazione (Decreto del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali 15 marzo 2005) che individua i lavoratori per profili professionali indipendentemente dalla natura autonoma o subordinata del rapporto di lavoro. Più in particolare la competenza assicurativa dell’E .N.P.A.L.S. è determinata dalla qualifica professionale del lavoratore che è riconducibile a categorie tassativamente previste per legge. Tra queste, ad esempio: artisti lirici, cantanti di musica leggera, attori di prosa, presentatori, animatori in strutture turistiche e di spettacolo, compositori, direttore di orchestra, professori d’orchestra, tecnici del montaggio e del suono, direttori della fotografia etc.

TOP

Perchè devo versare all’Enpals? (2)

La particolarità dell’Enpals trova, poi, esplicito riconoscimento nella particolarità della normativa previdenziale applicabile ai propri iscritti (spesso più favorevole), sia con riferimento all’età pensionabile, in alcuni casi più bassa di quella prevista per la generalità dei lavoratori, sia con riferimento all’annualità contributiva (espressa non in anni o settimane bensì in giorni) sia con riferimento a specifiche prestazioni previdenziali (pensione anticipata ai tersicorei e ballerini, pensione anticipata agli sportivi professionisti, pensione d’invalidità specifica) e sia al calcolo della pensione.

TOP

Se già verso ad un altro Ente previdenziale perché devo versare anche all’Enpals?

In tutti i casi nei quali si svolga una prestazione nel campo dello spettacolo rispetto alla quale sorge l’obbligo contributivo i contributi versati non saranno persi ma daranno diritto (nel caso in cui non si dovesse realizzare il diritto ad una pensione autonoma “ENPALS”: di vecchiaia, anzianità etc) ad una pensione supplementare per la quale si prescinde dalla consistenza dei contributi. Non è richiesto, infatti, alcun requisito minimo se non quello del compimento dell’età (60 donne e 65 uomini).

TOP

Come devo fare per essere in regola?

Che tu sia lavoratore autonomo o dipendente non importa. Questa è una delle peculiarità dell’E npals. L’adempimento contributivo è a carico del committente o del datore di lavoro. Peraltro per facilitare gli adempimenti contributivi in favore dei musicisti è stata introdotta la possibilità che l’adempimento possa essere assolto dagli stessi lavoratori. Questa possibilità è al momento praticabile solo per i lavoratori autonomi esercenti attività musicali (categoria introdotta nell’a rt. 3, primo comma del D.L.C.P.S 708/1947 dalla L. 24 dicembre 2003, n. 350 – art. 3, commi 98-99-100).

TOP

Presto la mia attività lavorativa presso due datori di lavoro. Chi è tenuto a pagare i contributi previdenziali?

Ciascuno dei datori di lavoro è obbligato a versare la contribuzione previdenziale per la propria parte di competenza.

TOP

E' obbligatorio versare i contributi previdenziali?

Si. Nello specifico, l'obbligo di versare la contribuzione è la diretta conseguenza dell'obbligo assicurativo. Quest'ultimo sorge nel momento stesso in cui le prestazioni di un soggetto (lavoratore) vengono utilizzate da un'altro soggetto, che assume la qualificazione giuridica di datore di lavoro.

L'onere contributivo grava sia sul lavoratore - mediante una trattenuta sulla retribuzione - sia sul datore di lavoro. L'obbligo del pagamento è invece completamente a carico del datore di lavoro. In nessun caso il dipendente ed il datore di lavoro possono esimersi dalla contribuzione che deriva dall'obbligo assicurativo ed è nullo qualunque patto tra gli stessi volto ad eludere la contribuzione.

TOP

Sono uno sportivo professionista appartenente al settore del golf. Devo essere iscritto all’Enpals?

Si. Con riferimento agli sportivi professionisti, l’obbligo di iscrizione all'Enpals sussiste per gli atleti, gli allenatori, i direttori tecnico-sportivi e i preparatori atletici che esercitano attività sportiva a titolo oneroso con carattere di continuità nell'ambito delle discipline regolamentate dal CONI e che conseguono la qualificazione delle Federazioni sportive nazionali, secondo le norme emanate dalle Federazioni stesse, con l'osservanza delle direttive stabilite dal CONI (cfr. l. n. 91/1981). Sono professionisti gli sportivi appartenenti ai settori: calcio, ciclismo, golf, pugilato, motociclismo, basket.

TOP

Le categorie dei lavoratori dello spettacolo che devono essere iscritti all’Enpals sono quelle elencate nell’articolo 3 del D.Lgs.C.P.S. 708/1947?

Le categorie dei lavoratori dello spettacolo iscritti obbligatoriamente all'ENPALS, individuate dall' articolo 3 del D.Lgs. C.P.S. 708/1947 (e s.m.i.), di recente sono state rivisitate, integrate e modificate tenendo conto dell'evoluzione delle professionalità nei settori di riferimento (cfr. Decreti Ministeriali 15 marzo 2005 e circolare n.7 e circolare 8 del 30 marzo 2006).
Pertanto, una serie di nuove figure professionali è oggi obbligatoriamente assicurata all'ENPALS. Tra queste si ricordano a titolo esemplificativo:
· story board artist; compositore; soggettista; casting director; consulente assistente musicale; sound designer; con rapporto di lavoro subordinato, parasubordinato o autonomo;
· impiegati e operai dipendenti da sale scommesse con rapporto di lavoro subordinato;
· impiegati e operai dipendenti da sale giochi con rapporto di lavoro subordinato.

TOP

Il certificato di agibilità a titolo gratuito può essere richiesto presso gli Uffici SIAE?

No. Il certificato di agibilità a titolo gratuito deve essere richiesto esclusivamente alle strutture periferiche dell’ENPALS.

TOP

Un gruppo di musicisti deve esibirsi in un locale pubblico in occasione di un matrimonio. Deve essere richiesto il certificato di agibilità?

Si.

La richiesta del certificato di agibilità ed il pagamento dei contributi previdenziali devono essere effettuati dal gestore del locale, qualora il medesimo, ai fini dell’o rganizzazione della manifestazione, abbia scritturato direttamente il gruppo musicale.

Nel caso un cui, invece, il privato che organizza lo spettacolo abbia ingaggiato direttamente una formazione sociale di artisti, su quest’ultima ricadrà l’obbligo di richiesta del certificato di agilità e del relativo versamento dei contributi.

In ogni caso il gestore del locale presso cui agisce il lavoratore dello spettacolo ha l'obbligo di accertare la sussistenza del certificato di agibilità.

TOP

Se un lavoratore autonomo che esercita attività musicale realizza uno spettacolo con altri lavoratori autonomi appartenenti alla stessa categoria chi deve richiedere il certificato di agibilità?

In tal caso gli adempimenti finalizzati al rilascio del certificato di agibilità e al versamento dei contributi gravano su ciascuno dei lavoratori interessati.

TOP

Il singolo musicista può direttamente richiedere il certificato di agibilità e versare i contributi?

Si. La legge finanziaria per il 2004 (l. n. 350/2003) ha, infatti, previsto relativamente alla categoria dei lavoratori autonomi esercenti attività musicali alcune innovazioni in materia di certificato di agibilità e di obblighi contributivi (cfr. circolare n. 17/2004).
In particolare, il lavoratore autonomo esercente attività musicale può richiedere direttamente il certificato di agibilità, il cui obbligo di custodia continua a permanere in capo al committente.
In virtù della nuove disposizioni normative, inoltre, il medesimo lavoratore può provvedere direttamente al pagamento dei contributi.

TOP

Quali sono i minimali e i massimali retributivi?

Per la determinazione delle aliquote contributive, dei minimali e massimali retributivi in vigore per gli sportivi professionisti ed i lavoratori dello spettacolo, si rimanda alle circolari annuali con cui vengono aggiornati i valori per il calcolo della contribuzione previdenziale a seguito della variazione dell'indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai ed impiegati rilevato dall'ISTAT (es. per l'anno 2007 cfr. Circolare n. 3 dell'8/2/2007). 

 

TOP

A chi viene rilasciato il PIN?

Il PIN può essere rilasciato ad Imprese, Lavoratori , Pensionati e Professionisti (individuati ai sensi della legge n. 12/1979) appositamente delegati.

TOP

Come comportarsi in caso di smarrimento del PIN?

In caso di smarrimento del tesserino PIN è sufficiente contattare il servizio di assistenza telefonica gratuita telefonando al Numero Verde 800-462693 per richiedere la revoca del PIN e procedere con una nuova richiesta.

TOP

Come deve essere attivato il PIN?

Il PIN va attivato nell’area “Attivazione Registrazione” della home page del sito Enpals all’i ndirizzo http://www.enpals.it.

TOP

Come posso richiedere il pin?

Il Codice PIN puo’ essere richiesto direttamente dal sito Enpals .
Il PIN personale viene inviato  tramite posta prioritaria e, una volta ricevuto è pronto all’uso.

TOP

Quali sono le modalità di immatricolazione per il lavoratore autonomo esercente attività musicale?

L’avvio dell’attività dei lavoratori autonomi esercenti attività musicali è preceduta dal rilascio di una matricola necessaria per ottemperare gli adempimenti contributivi e di un codice di identificazione (PIN).
A tal fine, il lavoratore è tenuto a consegnare alla Sede competente per territorio, il mod. 032/AUT (disponibile e compilabile sul portale www.enpals.it), debitamente compilato e sottoscritto, sulla base delle indicazioni fornite nella circolare n. 17 del 2004. 
La matricola per adempimenti contributivi viene rilasciata dalla Sede ENPALS contestualmente alla presentazione della richiesta. Qualora il lavoratore autonomo esercente attività musicale non risulti già titolare di posizione assicurativa ENPALS, gli Uffici procederanno all’immatricolazione dello stesso utilizzando i dati contenuti nel modello 032/AUT ed al rilascio del previsto mod. 051 (libretto personale di iscrizione del lavoratore).
Il lavoratore può anche precompilare il modello 032/AUT collegandosi al portale www.enpals.it e inserendo i dati richiesti all’interno del modello. Al termine della compilazione il lavoratore potrà a scelta stampare il modello o annotarsi il numero progressivo rilasciato dalla procedura, per poi presentare l’uno o l’altro presso la sede ENPALS territorialmente competente al fine del rilascio della matricola per adempimenti contributivi (matricola impresa).  In seguito all'avvenuto rilascio della suddetta matricola, il lavoratore deve richiedere il PIN attraverso il portale dell'Enpals.

TOP

A quanto ammonta l'aliquota contributiva?

Visualizza la tabelle delle aliquote contributive:

 

TOP

Come ci si deve comportare in caso di smarrimento del libretto di lavoro Enpals?

Ogni assicurato può rivolgersi alla Sede Compartimentale Enpals di competenza, ovvero presso gli sportelli SIAE, per richiedere in carta libera il rilascio del duplicato del libretto di iscrizione.
Qualora la richiesta sia motivata da furto ovvero da smarrimento del libretto precedentemente assegnato, all’istanza dovrà essere allegata la denuncia all’Autorità competente.
Nel caso in cui la richiesta di duplicato sia motivata dall’esaurimento dello spazio disponibile, quest’ultimo dovrà essere presentato allo sportello.

TOP

E' obbligatorio possedere il libretto personale di iscrizione all'Enpals (libretto di lavoro)?

Si. Ciascun assicurato Enpals è tenuto a recarsi presso la Sede Compartimentale di competenza per richiedere un libretto personale (mod. 051) sul quale l'impresa è tenuta, per legge, a registrare i periodi di occupazione e l’ammontare della retribuzione giornaliera corrisposta. ll libretto può essere richiesto anche agli uffici SIAE, in tal caso viene consegnato all’utente con apposito timbro SIAE e siglato dall’operatore.

TOP

Quali categorie di lavoratori sono tenute ad immatricolarsi all'ENPALS? (Codifica – Tipologia)

Visualizza tutte le categorie.

TOP